Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
1 avril 2020 3 01 /04 /avril /2020 13:00

 

Nostradamus and 9/11

François-Marie Périer (and Maurizio Cavallo)

You are free, and encouraged to share, with no commercial use,

by mentioning the sources and the authors, thank you

 

New-York, mai 2018, dr François-Marie Périer

 

Hello. You will find my bio at the end of this presentation

Here are the links to the french youtube videos.

1rd part : general presentation https://www.youtube.com/watch?v=8M4yRVEgBjc

2nd part : beginning of the deciphering https://www.youtube.com/watch?v=6q7425pjJY0

3rd part : following and end of the deciphering https://www.youtube.com/watch?v=CU-ngB3pNSo

 

Why dedicating time, loosing time on these prophecies on which thousands, millions of people have failed to find a meaning, and even findiçng a meaning. For what puropose ? I don’t see things in this way : I believe that this can have a meaning and little by little things can be explained, and we can find our place in harmony in History, understanding what has been done and doing what has to be done. Especially in our times. And prophecies are like premonitory dreams. We all made some. So we know they can be true.

François-Marie Périer, La Vina, Place Notre-Dame, Grenoble, March 31- April 1st 2020

« L'an mil neuf cent nonante neuf sept mois,

Du ciel viendra un grand Roi d'effrayeur

Ressusciter le Grand Roi d'Angolmois

Avant après Mars régner par bonheur » X, 72

 

« The year 1999 seven month,
From the sky will come a great King of terror:
To bring back to life the great King of Angolmois,
Before after Mars to reign by good luck. »
(Century X, Quatrain 72)

It is the quatrain of Nostradamus that has caused the most ink to flow because of the precise date given and the apparently frightening event it announces. I delivered its deciphering from the end of 2014 in the first part of my trilogy Q(o)uest, les chemins du Graal, le réveil de l'âme des peuples et les moissons du Ciel, tome 1: la Routes des Indes et les milieux du monde, aux éditions Brumerge, Grenoble, p 205 o 231 according to the editions on the chapter named : Provence, une terre pour renaître (Q(o)uest, the paths of the Grail, the awakening of the souls of the peoples and the harvest of Heaven, volume 1: the Roads of India and the midst of the world. Provence, a « place to be reborn », this is the case to say it considering the quatrain and the triple astrological conjunction of 2020, never seen since the Renaissance (1518-1522-1524), which approaches with Saturn in Aquarius and Mercury and Saturn in Capricorn. And i twas during the Renaissance, exactly in 1524, the New-York to come was discovered, and named Nouvelle-Angoulême by Verrazzano, who also gave his name unwillingly to  the bridge. The archetype of the Phenix, with the Twin Towers becoming One World Trade Center, is quite present here…

Here is an excerpt from the first volume of Q(o)uest, edited :

Nostradamus, 1999 and September 11, 2001 (text adapted for ease of reading)

 A quatrain of Nostradamus gives a very clear date: 1999 and seven months. When I translated Oltre il cielo (Le rivage des dieux, éditions Louise Courteau - english translation : Beyond the Heavens: A Story of Contact by Maurizio Cavallo (Jhlos), AuthorHouse/Verdechiaro, 2008), I was interested in it because Maurizio Cavallo also gave a convincing explanation related to September 11... The Italian author explained that there had been an error in the notation of time in the calendar, due to the monk Dionysus Exiguus around 523 A.D.: he omitted to count one year 0. On top of that, he falsely calculated the birth of Jesus in relation to the foundation of Rome. Moreover, in Nostradamus quatrain, since the seventh month of the year could also be understood as September, especially in the past, it was September 2001. « Par bonheur » « by good luck » o « by happiness », according to Maurizio, March meant Tuesday morning, the day when the attacks took place, because the preparation started in the early morning.  For my part, when I saw the Great King of Angolmois writing, I thought that it was possible to act of Francis I, of the house of Angoulême. The county was anciently named, in fact, Angoumois. Knowing of the king's involvement in the voyages across the Atlantic, I made a research on New York and discovered that it had indeed been called New Angoulême, named so when it was discovered on April 17, 1524 by Giovanni da Verrazzano, a navigator possibly from Florence, in honor of Francis I [of the House of Angouleme], who had believed in his voyage aboard La Dauphine, a caravel that set out from Dieppe with about fifty men. Resurrecting the Great King of Angoulmois was therefore the code corresponding to the New Angoulême of King Francis I. But Mars is also the Little Evil One, the troublemaker in astrology, and it is indeed a permanent internal war and martial law against terrorism that gave rise to these controversial attacks in the whole world.

Considering the cycles of 500 years, we could ask : what happened in 1501 ?

African slavery was accepted by the very catholic sovereign of Spain to Central America.

Naples fell under the domination of France and Spain and underwent un eruption of the Vesuvio.

The Jews of Provence had to convert or go into exile. Nostradamus’ grand father converted to Catholicism.

 

One other quatrain given by Maurizio Cavallo as a confirmation of the attacks of September 11, 2001 : VI, 97.

 

"Cinq et quarante degrés ciel bruslera,

Feu approcher de la grand cité neufve,

 Instant grand flamme esparse sautera

Quand on voudra des Normans faire preuve." VI. 97

 

We have to be careful with the translation, as Nostradamus, like a poet, has chosen a specific order of the words so as to enrich or precise the meaning as a riddle. I will translate as follows, respecting the text :

 

« Five and forty degres, sky will burn

Fire to approach the grand new city

Instant grand flame widespread will leap up

When one will want the Normans to make proof »

 

The meaning is not clear of course. Words can be intended in different ways. But Nostradamus’ vision means something precise. It’s like when we make a mysterious dream that unveils the day in which it comes true and reveal to be premonitory.

As a confirmation of the link between New-York and la Nouvelle-Angoulème, the exact latitude of Angoulême, the city alluded to in X, 72 : « le Grand roy d’Angolmois », « the Grand king of Angolmois », is 45°39 NorthAnd 40°  North (Normans) is the latitude of New York City. Five and forty degrees (540)  is the height in meters - to within 1 meter - of the new tower of the big new city, One World Trade Center or Freedom Tower: 541.3 meters, or 1776 feet - date of the declaration of Independence of the United States,

« Height: Architectural-541 meters (1776 feet), Roof-417meters (1368 feet)
According to CTBUH, the architectural height of One World Trade Center is 1776 feet or 541 meters, and 1368 feet or 417 meters without antenna atop the roof, the architectural height of the tower is temporally ranked first in New York City and the United States (…). In the original design there’s a spire installed atop the roof, but got replaced by a bare antenna in 2012, confusingly CTBUH still maintain the height of 1776 feet for the tower even after the spire had been replaced by the plain antenna, which always doesn’t count in architectural height. The number 1776 of the height in feet represents the year of 1776 when United States Declaration of Independence was signed, in fact the total height of the tower is 546m or 1792 feet as there’s a little skinny component of the antenna beyond the point of 541m (…. )» https://thetowerinfo.com/buildings-list/one-world-trade-center/

1792 feet, is the date of the foundation of Washington and the creation of the Dollar. It is also the abolition of monarchy in France, a country closely linked to the independance of USA through Lafayette.

The United States of America are the country of the Normans, since it is today under the domination of the descendants of the English, themselves descendants of the Angles, the Saxons, the Jutes and the Vikings, and of the Normans with the invasion of the island by William the Conqueror in 1066. « faire preuve » : « make proof » may be an allusion to the ordeal represented by September 11, 2001. Thus the first verse of the quatrain sums up both the September 11th of the Twin Towers and the new One Tower.

Naples, Nea-polis, the "New City", is exactly 40°5, the most populated city in Europe at the beginning of the 17th century before the eruption of 1631. The Normans were present there through the Hauteville (thet can be translated into High City) then the Angevins with the castello dell’Uovo (the Castle of the Egg) ... But Naples being located near Vesuvius, an eruption was much more predictable without the need for prophecy ...

The end - the third part - of my intervention on YouTube also quotes two quatrains mentioned by Maurizio Cavallo, which I have not yet studied and on which I am much more cautious, because the absence of numbers or proper names makes them much more difficult to identify, and the Centuries contain many bloody and warlike scenes :

3:7

"Les fugitifs, feu du ciel sus les piques,

Conflict prochain des corbeaux, s'esbatans

De terre on crie, aide, secours celiques,

Quand pres des murs seront les combatants." III, 7


« The fugitives, fire from the sky on the pikes:
Conflict near the ravens frolicking,
From land they cry for aid and heavenly relief,
When near the walls will be the combatants. »

And :

II:92.

« Feu couleur d'or du ciel en terre veu :

Frappé du hault, nay, fait cas merveilleuz :

Grand meurtre humain : prins du grand le nepveu,

Morts d’expectacles eschappé l’orguilleux. » II, 92

 

« Fire color of gold from the sky seen :

Struck from on high, born, made deed marvelous

Great human murder : prince of the great the nephew

Deaths spectacular escaped the proud one. »


About myself

My name is François-Marie Périer. I have been a teacher (Italian, French and Latin), a travel guide around the world, and a journalist. I am currently dedicating myself to writing and photography and my café-gallery, organic and fair trade, in Grenoble. I was born in Marseille in 1969, I grew up in Arles, Provence, the land of Nostradamus, I studied in Montpellier, Lyon, Aix-en-Provence. I have extensively traveled and guided people around the world through my profession as a tour leader from 2000 to 2007, and around Provence I have been studying and writing books on the history of civilizations, myths and prophecies for years, especially the history of the early Christians  in the East, Middle East, Europe and Celtic lands. My researches on the simultaneous revolutions of Christianity and Mahâyâna have been published in La Porte étroite et le Grand Véhicule (le mercure Dauphinois, 2017), and acquired by Stanford, Cambridge (Boston) and the Public Library.

 

ITALIANO

Nostradamus e l'11 settembre

François-Marie Périer (e Maurizio Cavallo)

Siete liberi e incoraggiati a condividere, senza alcun uso commerciale,

citando le fonti e gli autori, grazie)

François-Marie Périer, La Vina, Place Notre-Dame, Grenoble, 31 marzo-  1mo aprile 2020

Salve. Troverete la mia biografia alla fine di questa presentazione

 

Ecco i link ai video di youtube francesi.

1ª parte : presentazione generale https://www.youtube.com/watch?v=8M4yRVEgBjc

2a parte : inizio della decifrazione https://www.youtube.com/watch?v=6q7425pjJY0

3a parte : seguito e fine della decifrazione https://www.youtube.com/watch?v=CU-ngB3pNSo

 

 

Perché dedicare tempo, perdere tempo a queste profezie alle quali migliaia, milioni di persone non sono riuscite a trovare un significato,. Per quale proposito, anche se fosse possibile ? Io non vedo le cose in questo modo: credo che possa avere un significato e che a poco a poco le cose possano essere spiegate, e che possiamo trovare il nostro posto in armonia nella Storia, comprendendo ciò che è stato fatto e facendo ciò che deve essere fatto. Soprattutto nella nostra epoca. E le profezie sono come i sogni premonitori. Tutti ne abbiamo fatti alcuni. Così sappiamo che ambedue possono essere veri.

 

« L'an mil neuf cent nonante neuf sept mois,

Du ciel viendra un grand Roi d'effrayeur

Ressusciter le Grand Roi d'Angolmois

Avant après Mars régner par bonheur » X, 72

Lo traduco così.

“L’anno millenovecentonovantanove sette mesi

Dal cielo verrà un grande Re di spavento

A risuscitare il Grande re di Angolmois

Prima e dopo Marzo [o Marte] regnare per fortuna [o per felicità]”

 

È la quartina di Nostradamus che ha fatto scorrere più inchiostro a causa della data precisa indicata e dell'evento apparentemente spaventoso che annuncia. Ho consegnato la sua decifrazione dalla fine del 2014 nella prima parte della mia trilogia Q(o)uest, les chemins du Graal, le réveil de l'âme des peuples et les moissons du Ciel, tome 1: la Routes des Indes et les milieux du monde, aux éditions Brumerge, Grenoble, p 205 o 231 secondo le edizioni del capitolo intitolato : Provence, une terre pour renaître (Q(o)uest, le vie del Graal, il risveglio delle anime dei popoli e le messi del Cielo, volume 1: le Strade dell'India e i centri del mondo. La Provenza, un "luogo per rinascere" non tradotto. Rinascere, è il caso di dirlo considerando la quartina e la triplice congiunzione astrologica del 2020, mai vista dal Rinascimento (1518-1522-1524), che si avvicina con Saturno in Acquario e Mercurio e Saturno in Capricorno. E fu proprio durante il Rinascimento, esattamente nel 1524, il 17 aprile, che venne scoperta la New York del futuro, chiamata Nouvelle-Angoulême da Verrazzano, che diede il suo nome anche al ponte. L'archetipo della Fenice è qui presente con i cicli di 500 anni.

 

Ecco un estratto del primo volume di Q(o)uest, adatto a questa presentazione:

Nostradamus, 1999 e 11 settembre 2001

 

 Una quartina di Nostradamus dà una data molto chiara: 1999 e sette mesi. Quando ho tradotto il libro del mio amico Maurizio Cavallo (Jhlos) Oltre il cielo (Verdechiaro, 2005, Le rivage des dieux, éditions Louise Courteau - traduzione inglese: Beyond the Heavens: A Story of Contact, AuthorHouse/Verdechiaro, 2008), mi ha interessato perché Maurizio Cavallo ne ha dato una spiegazione convincente anche in relazione all'11 settembre... L'autore italiano ha spiegato che c'era stato un errore nella notazione del tempo nel calendario, dovuto al monaco Dioniso Exiguus intorno al 523 d.C.: ha omesso di contare un anno 0. Oltre a ciò, calcolò falsamente la nascita di Gesù in relazione alla fondazione di Roma. Inoltre, nella quartina di Nostradamus, poiché il settimo mese dell'anno poteva essere inteso anche come settembre, soprattutto in passato, era settembre 2001. "Mars régner par bonheur" " Marte regnare per fortuna" o "per felicità", indicherebbe martedì mattina, il giorno in cui sono avvenuti gli attentati, perché la preparazione è iniziata la mattina presto.  Da parte mia, quando ho visto scritto il Grande Re di Angolmois, ho pensato a un’allusione a Francesco I, della casa di Angoulême, una contea che si chiamava Angoumois in passato. Conoscendo il coinvolgimento di François 1er nei viaggi attraverso l'Atlantico, ho fatto una ricerca su New York e ho scoperto che era stata chiamata La Nouvelle Angoulême quando venne scoperta il 17 aprile 1524 da Giovanni da Verrazzano, un navigatore forse fiorentino, in onore di Francesco I [della casa di Angouleme], che aveva creduto nel suo viaggio a bordo della Dauphine, una caravella partita da Dieppe con una cinquantina di uomini. Risuscitare il Grande Re di  Angolmois corrispondeva dunque bene alla futura New-York: quando scriveva Nostradamus, si chiamava la Nouvelle Angoulême. Sapeva benissimo Nostradamus che i cicli di risurrezione sono spesso di 500 anni, come la Fenice, e questa profezia designa un evento avvenuto 500 anni dopo la nascita del Grande re di Angolmois, François Ier, nato nel 1494

 Ma Marte è anche il Piccolo Malvagio, il bellicoso dell'astrologia, ed è proprio a una guerra interna permanente e alla legge marziale o antiterrorista in tutto il mondo o quasi che hanno dato origine questi controversi attacchi.

 

Considerando i cicli di 500 anni, potremmo chiederci: cosa è successo nel 1501 a parte la scoperta della futura New-York da Giovanni da Verrazzano?

 

La schiavitù africana fu accettata dal sovrano cattolico stesso della Spagna verso l'America Centrale Napoli cadde sotto il dominio della Francia e della Spagna e subì l'eruzione del Vesuvio.

Gli ebrei di Provenza dovettero convertirsi o andare in esilio. Il nonno di Nostradamus si convertì al Cattolicesimo.

 

Un'altra quartina data da Maurizio Cavallo a conferma degli attentati dell'11 settembre 2001: VI, 97.

 

"Cinq et quarante degrés ciel bruslera,

Feu approcher de la grand cité neufve,

 Instant grand flamme esparse sautera

Quand on voudra des Normans faire preuve." VI. 97

 

Dobbiamo stare attenti alla traduzione, perché Nostradamus, come un poeta, ha scelto un ordine specifico delle parole in modo da arricchire o precisare il significato come un indovinello. Traduco come segue, rispettando il testo :

 

“Cinque e quaranta gradi il cielo brucerà

Fuoco avvicinarsi alla gran città nuova

Istante grande fiamma sparsa salterà

Quando si vorrà dei Normanni fare prova”

 

Il significato non è chiaro, naturalmente. Le parole possono essere intese in modi diversi. Ma la visione di Nostradamus significa qualcosa di preciso. È come quando facciamo un sogno misterioso che si chiarisce il giorno in cui si realizza e si rivela premonitore.

 Se si capisce cinque e quaranta gradi come quarantacinque gradi... A conferma del legame tra le due quartine, la latitudine esatta di Angoulême, la città a cui si allude in X, 72 : " le Grand roy d'Angolmois ", " il Gran re di Angolmois ", è di 45°39 Nord.

E se si capisce quaranta e cinque diversamente: 40° Nord (Normanni) è anche la latitudine di New York a conferma del legame tra New-York et la Nouvelle Angoulème. E cinque e quaranta gradi inteso come 540 gradi  è l'altezza in metri - a meno di 1 metro - della nuova torre che ha sostituito le torri gemelle della grande città nuova, One World Trade Center o Freedom Tower: 541,3 metri, o 1776 piedi - data della dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti:

 

« Altezza: Architettonico-541 metri (1776 piedi), Tetto-417 metri (1368 piedi)

Secondo il CTBUH, l'altezza architettonica del One World Trade Center è di 1776 piedi o 541 metri, e 1368 piedi o 417 metri senza antenna in cima al tetto, l'altezza architettonica della torre è temporalmente al primo posto a New York e negli Stati Uniti (...). Nel progetto originale c'è una guglia installata in cima al tetto, ma è stata sostituita da un'antenna nuda nel 2012, confondendo il CTBUH mantiene ancora l'altezza di 1776 piedi per la torre anche dopo che la guglia è stata sostituita dall'antenna semplice, che non conta sempre in altezza architettonica. Il numero 1776 dell'altezza in piedi rappresenta l'anno del 1776 quando fu firmata la Dichiarazione d'Indipendenza degli Stati Uniti, infatti l'altezza totale della torre è di 546m o 1792 piedi poiché c'è una piccola e fine componente dell'antenna oltre il punto di 541m (.....)" https://thetowerinfo.com/buildings-list/one-world-trade-center/

 

Il numero dei piedi, 1792, è anche la data della fondazione di Washington e della creazione del dollaro. È anche l'abolizione della monarchia in Francia, un paese strettamente legato all'indipendenza degli Stati Uniti attraverso Lafayette.

 

Perché si parla dei Normanni? Gli Stati Uniti d'America sono il Paese dei Normanni, essendo oggi sotto il dominio dei discendenti degli inglesi, a loro volta discendenti degli Angli, dei Sassoni, degli Juti e dei Vichinghi, e dei Normanni con l'invasione dell'isola da parte di Guglielmo il Conquistatore nel 1066.

 

 Il "faire preuve" : "fare prova" può essere un'allusione alla prova fisica rappresentato dall'11 settembre 2001.

 

Adesso, non dimentichiamo però che Napoli, Nea-polis, la "Città Nuova", è esattamente alla latitudine 40°5, ed era la città più popolata d'Europa all'inizio del XVII secolo, dunque grande, prima dell'eruzione del 1631. I Normanni vi erano presenti attraverso gli Hauteville che si può anche tradurre per Alta città, poi gli Angioini con il Château de l'oeuf ... Ma essendo Napoli situata vicino al Vesuvio, un'eruzione era molto più prevedibile senza bisogno di profezia ...

 

La fine - la terza parte - del mio intervento su YouTube cita anche due quartine citate da Maurizio Cavallo, che non ho ancora studiato e sulle quali sono molto più cauto, perché l'assenza di numeri o di nomi propri le rende molto più difficili da identificare, e i secoli contengono molte scene sanguinose e bellicose:

 

III (3):7

"Les fugitifs, feu du ciel sus les piques,

Conflict prochain des corbeaux, s'esbatans

De terre on crie, aide, secours celiques,

Quand pres des murs seront les combatants." III, 7

 

“I fuggitivi, fuoco del cielo sulle picche

Conflitto prossimo dei corvi, divertendosi

Dalla terra si grida, aiuto, soccorsi celesti

Quando vicino ai muri saranni i combattenti.”

 

E II (2), 92:

 

« Feu couleur d'or du ciel en terre veu :

Frappé du hault, nay, fait cas merveilleuz :

Grand meurtre humain : prins du grand le nepveu,

Morts d’expectacles eschappé l’orguilleux. » II, 92

 

“Fuoco colore doro del cielo in terra visto:

Colpito dall’alto, nato, fatto caso meraviglioso:

Grande uccisione umana: principe del grande il nipote,

Morti degli spettacoli, scappato l’orgoglioso.”

 

A PROPOSITO DI ME

 

Mi chiamo François-Marie Périer. Ho fatto l’insegnante (italiano, francese e latino), la guida turistica in tutto il mondo e il giornalista. Attualmente mi sto dedicando alla scrittura, alla fotografia e alla mia galleria-café, biologica ed equo-solidale, a Grenoble. Sono nato a Marsiglia nel 1969, sono cresciuto ad Arles, in Provenza, la terra di Nostradamus, ho studiato a Montpellier, Lione, Aix-en-Provence. Dal 2000 al 2007 ho viaggiato e guidato persone in tutto il mondo attraverso la mia professione di guida turistica, e in Provenza, ho studiato e scritto per anni libri sulla storia delle civiltà, dei miti e delle profezie, in particolare sulla storia dei primi cristiani in Oriente, in Medio Oriente, in Europa e nelle terre celtiche. Le mie ricerche sulle rivoluzioni simultanee del Cristianesimo e del Mahâyâna sono state pubblicate ne La porte étroite et le grand véhicule (le Mercure Dauphinois, 2017), e acquisite da Stanford, Cambridge (Boston) e dalla Public Library.

 

Partager cet article

Repost0

commentaires

Présentation

  • : Le blog de François-Marie Périer
  • : Un espace présentant mes activités et celles de la galerie-café cultures du monde La Vina: expositions, concerts, rencontres, essais, traductions, poésie, articles et reportages, conférences, carnets de voyages; photographie, culture,; réflexions...
  • Contact

Recherche

Liens